Excite

Il progetto sportello Donne@Work

L’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Milano, la Camera di Commericio di Milano, Manageritalia, Assintel e Associazione Primadonna hanno istituito il progetto sperimentale “Sportello Donne@work”, con l’intento di creare una banca dati di profili professionali femminili dell’Information and Communication Technology (ICT) che raccolga diverse professionalità da quelle organizzativo-gestionali a più tecniche.

La banca dati si troverà su di un server della Camera di Commercio di Milano e verrà gestita attraverso lo sportello che effettuerà la prima fase di orientamento alle richieste di aziende, associazioni, enti pubblici, società di selezione del personale. L’obiettivo è dunque chiaro: facilitare il reclutamento di profili femminili specializzati nel settore delle ICT e mettere in contatto le candidate, il cui curriculum è depositato nella banca dati, con le aziende, società, enti richiedenti. L’utilizzo dello sportello da parte degli autorizzati è gratuito, a tutto vantaggio dei selezionatori e dei selezionati, che per via di questa modalità avranno una maggiore visibilità e possibilità di farsi conoscere.

Ma perché proprio le donne e perché proprio l’ICT? Il settore dell’ICT è motivato dall’importanza delle sue ricadute sulla produttività, in quanto migliora sia i processi organizzativi-gestionali che gli strumenti di marketing tradizionali. Il perché di figure professionali femminili deriva dalla constatazione che esiste da parte delle donne un atteggiamento molto positivo nei confronti delle nuove tecnologie. Inoltre l’obiettivo è quello di sostenere l’occupazione femminile. Non è un caso che tra gli enti promotori ci sia proprio l’Assessorato alle Politiche socialidel Comune di Milano.

(foto © freedigitalphotos.net)

lavoro.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017