Excite

Le regioni migliori per mettersi in proprio secondo Confartigianato

Quali sono le regioni migliori per mettersi in proprio? L'ufficio studi di Confartigianato ha provato a dare una risposta, stilando una classifica delle regioni 'amiche' ai giovani imprenditori. L'indagine, ha messo subito in evidenza il divario Nord-Sud. L'imprenditore in erba, infatti, al Mezzogiorno, rischia di perdere la partita in partenza perché non trova un contesto accogliente, campace di favorire il lavoro e l'imprenditoria giovanile.

Secondo le rilevazioni della Confartigianto, l'ambiente migliore per aprire un'azienda si trova nella Provincia Autonoma di Trento, in Lombardia, in Emilia Romagna, in Veneto e in Umbria. Nella lista nera, invece, al primo posto c'è la Sicilia, seguita da Campania, Calabria, Sardegna e Molise. In complesso, l'area del Paese più favorevole al lavoro e alle attività produttive dei giovani è il Nord Ovest, seguito dal Nord Est, dal Centro, e dal Sud e le Isole.

Confartigianto, inoltre, ha dato i voti alle regioni d'Italia sulla base di 31 indicatori raggruppati in 5 ambiti: imprenditorialità, mercato del lavoro giovanile, contesto socio-demografico, istruzione e capitale umano, politiche per giovani e imprese. Per quanto riguarda l'ambito dell'imprenditorialità le regioni 'virtuose' sono Liguria, Valle d'Aosta e Toscana, mentre le ultime tre sono Molise, provincia autonoma di Bolzano e Sicilia. Riguardo alle condizioni del mercato del lavoro giovanile ai primi posti troviamo il Veneto, la provincia autonoma di Bolzano e le Marche, mentre agli ultimi si collocano Calabria, Basilicata e Sardegna.

(foto © Freedigitalphotos.com)

lavoro.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017