Excite

Isfol: ecco le 20 professioni più ricercate

La crisi del 2008 ha inciso profondamente sull'assetto del mercato del lavoro e sul nostro sistema produttivo.Della situazione lavorativa Italiana se n'è occupato anche l'Isfol (Istituto per lo Sviluppo della Formazione dei Lavoratori), che anche quest'anno ha effettuato la sua ricerca, in modo da individuare le 20 professioni più richieste dalle aziende.

Ne è risultato un quadro caratterizzato prevalentemente da figure di area commerciale (l'agente, il venditore, l'addetto vendita, il consulente commerciale, il promoter). E l'Isfol ha interpretato questi dati come una boccata d'ossigeno rispetto al primo semestre del 2009, allorché le richieste per le stesse professioni avevano conosciuto una vera contrazione. Si tratta, infatti, di professioni, in qualche modo, “autofinanziate”, nel senso che l'azienda non si addossa direttamente il costo del dipendente/collaboratore: normalmente queste figure vengono remunerate, in tutto o in parte, con provvigioni sulle vendite. Al 13.mo posto c'è anche la figura dell'impiegato, al 15.mo quella dell'addetto all'amministrazione, al 16.mo la figura dell'operaio e al 20.mo del tecnico generico. Le prime venti figure rappresentano circa il 40% delle offerte di lavoro.

Il Barometro delle prime venti professioni interinali fa registrare un quadro nettamente diverso, in quanto si è in presenza di professioni/occupazioni legate alla produzione o comunque non collegate in maniera univoca a qualche area aziendale/funzionale. Al primo posto, infatti, si colloca l'operaio, al terzo l'operaio qualificato, al sesto il saldatore, al decimo il manovale. Ciò che è importante sottolineare è che la crisi è tutt'altro alle spalle. Ce lo ricorda la Confindustria, che prevede per il 2011 un ulteriore calo degli occupati dello 0,4%.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017