Excite

L'isola dei cassintegrati spegne una candelina

L'isola dei cassintegrati, l'unico reality 'reale' come recita il blog, ha spento una candelina. Proprio un anno fa, infatti, un gruppo di operai delle industrie Vinyls di Porto Torres, hanno deciso di occupare il carcere abbandonato dell'isola di Asinara per creare un reality di protesta contro la chiusura degli stabilimenti. La notizia è rimasta sommersa, nonostante la carica simbolica del gessto, fino a quando arriva alla ribalta dei media nazionali con l'aiuto di Michele Azzu, musicista residente a Londra e Marco Nurra, giornalista del quotidiano El Mundo, nonché informatico al Grande Fratello spagnolo.

I due ragazzi, infatti, nel giro di poco tempo sono riusciti a far 'rimbalzare' la notizia dai giornali alle tv, in un'escalation mediatica senza precedenti. Ecco, signore e signori, il potere del web. A distanza di un anno, infatti, il blog è seguitissimo, così come la pagina facebook, costantemente aggiornata sulle loro condizioni. Ma l'isola dei cassintegrati è riuscita a fare molto di più, diventando il catalizzatore di altre proteste, come le vertenze Omsa e Rockwool.

Chiaramente, non si tratta di un compleanno felice, ma pare che la vertenza Vinyls si stia sbloccando. Il Ministro Romano, infatti, ha assicurato agli operai in cassa integrazioneche, presto e, nonostante i continui rinvii, la chimica italiana ripartirà con la sua produzione. Intanto, resteranno sull'isola, almeno fino a quando le parole non diventeranno fatti, perché come disse Che Guevara, chi lotta può perdere, ma chi non lotta ha già perso.

(foto © isoladeicassintegrati.com)

lavoro.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017