Excite

La crisi del lavoro anche in Emilia Romagna, quarta città in Italia

Dopo Piemonte, Marche e Umbria, l’Emilia Romagna è tra le regioni più colpite dalla crisi e che vive le maggiori difficoltà sul mercato del lavoro. Purtroppo l’ Emilia Romagna detiene anche un record tutt’ altro che positivo: è la prima regione d’ Italia per fallimenti aziendali, con un aumento del + 58 % nel primo trimestre 2009 rispetto ai dati relativi all’anno precedente.

Un segmento, quello del lavoro in Emilia Romagna che soffre notevolmente, dove si è ricros alla cassa integrazione per ben 11.147.825 ore. I dati, resi noti dall’Ufficio studi della Divisione retail di UniCredit, sono stati presentati durante la riunione del Comitato territoriale UniCredit Via Emilia, e fanno registrare un andamento dell’ economia della regione in linea con il livello nazionale.

Una crisi, quindi, eterogenea, che ha colpito particolarmente le regioni del nord, dove crisi dei mercati e situazione occupazionale hanno risentito maggiormente dell’ instabilità dell’ economia.

Franco Stefani, presidente di System Spa che ha presieduto il Comitato e presentato lo studio ha commentato così i risultati della ricerca svolta: “Un’economia a vocazione internazionale, come quella della nostra regione, è fortemente correlata al ciclo economico e quindi più direttamente esposta alla crisi internazionale. Il clima di incertezza diffuso condiziona le attese su ordini e produzioni. E’ importante, però, per le imprese della nostra regione continuare a scommettere su export e innovazione, punti di forza da cui partire per il rilancio della nostra economia”.

lavoro.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017