Excite

La Top Ten delle professioni del futuro

Il nuovo anno accademico è alle porte, ma molti neodiplomati sono ancora incerti su cosa fare del loro futuro: la crisi, la recessione e in generale le previsioni poco ottimistiche hanno complicato ulteriormente una scelta che - già di per sè - non è mai facile prendere. In tal senso, allora, può essere d'aiuto la classifica stilata dal magazine economico americano 24/7 Wall St. sulla base dei dati raccolti da uno studio del Ministero del Lavoro degli Stati Uniti.

I risultati di tale studio - che ha preso in esame la crescita, i livelli salariali, i posti di lavoro delle 750 maggiori categorie professionali attive negli interi Stati Uniti nel decennio che va dal 2008 al 2018 - hanno permesso agli specialisti di 24/7 Wall St. di definire una Top Ten delle professioni più solide, richieste e redditizie del prossimo futuro. L'analisi è stata fatta nel contesto USA, ma per la situazione globale del mercato del lavoro può tranquillamente essere applicata anche all'Italia.

Scorrendo la classifica, al primo posto si incontrano gli infermieri professionali. La popolazione sta invecchiando e - inevitabilmente - la richiesta di cure mediche crescerà di pari passo. Ragione per cui al quinto e al nono posto si piazzano, rispettivamente, medici e chirurghi e igienisti dentali. Una professione, quest'ultima, che accenderà qualche sorriso sui volti dei più maliziosi, ma che in America sta prendendo sempre più piede. In ogni caso, per tutti e tre i lavori le previsioni sono più che rosee, con 600 mila nuovi posti stimati nell'arco di 10 anni per gli infermieri, 150 mila per i medici e i chirurghi e 60 mila per gli igienisti dentali.

Ma ad alimentare il mercato del lavoro non saranno solo le esigenze personali dei singoli. L'egemonia crescente della Rete, lo sviluppo inarrestabile della tecnologia e i nuovi media determineranno il boom delle professioni informatiche. Al quarto posto della classifica si piazzano infatti i software engineers - con un aumento di impiego previsto pari al 34% - mentre al sesto si collocano i computer systems analysts, le cui stime occupazionali si attestano intorno a un ragguardevole +20%.

Last but not least - come si dice - della Top Ten fanno parte anche alcune professioni 'storiche' del mondo del lavoro. Contabili e ragionieri, revisori dei conti, specialisti del marketing, ingegneri civili e analisti finanziari si confermano infatti profili fondamentali per lo sviluppo economico delle aziende e per l'organizzazione e il benessere della società. La categoria degli ingegneri, in particolare, andrà incontro a un'offerta di lavoro sempre crescente per via dei mutamenti delle città, dei mezzi di trasporto e del modo di vivere in generale, facendo segnare una previsione di impiego complessiva pari a un +10%, con un picco di +24% per gli specialisti del settore urbanistico.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018