Excite

Lavoratori over 40, i provvedimenti che non ci sono

Il DDL lavoro è senza dubbio uno degli argomenti più importanti e dibattuti del governo Monti. La riforma promossa dal Ministro del Welfare Elsa Fornero, infatti, non ha lasciato indifferente nessuno e, anzi, nella maggior parte dei casi ha creato malcontento e dato vita a vibranti proteste. Tra queste, spicca quella dei lavoratori over 40, lasciati senza provvedimenti che ne tutelino la professionalità e/o la transizione verso la pensione. Qual è dunque la loro condizione e che cosa chiedono?

Lavoratori over 40: la 'zavorra' del mercato del lavoro

In una lettera inviata ad aprile 2012 alla Commissione Lavoro del Senato, al Ministro del Lavoro, ai principali organi istituzionali e alla stampa, il presidente Associazione Nazionale per la Tutela dei Diritti dei Lavoratori (ATDAL) Over 40, Giuseppe Zaffarano, scrive che i lavoratori che rientrano in questa categoria "sono totalmente dimenticati, emarginati, relegati a zavorra in balia delle bizze del mercato". Una constatazione amara, ma purtroppo vera, come confermano i dati riportati dallo stesso Zaffarano: nel 2010 gli over 40 disoccupati erano 1 milione e mezzo, compresi gli 'scoraggiati'.

Un numero enorme di professionisti, con un età che arriva di solito fino a 54 anni, per la maggior parte esclusi da mercato del lavoro senza possibilità di rientrarvi, dopo essere stati licenziati o aver lasciato l'impiego con il miraggio di una pensione che le nuove regole hanno spostato in avanti anche di 5 o 6 anni.

Per tutti loro, come sottolinea il presidente dell'ATDAL, trovare o ritrovare un impiego è un'impresa ai limiti del possibile, nonostante il Decreto Legislativo 9 luglio 2003 n.216, che "reca le disposizioni relative all'attuazione della parità di trattamento fra le persone indipendentemente dalla religione, dalle convinzioni personali, dagli handicap, dall'età e dall'orientamento sessuale, per quanto concerne l'occupazione e le condizioni di lavoro, disponendo le misure necessarie affinché tali fattori non siano causa di discriminazione, in un'ottica che tenga conto anche del diverso impatto che le stesse forme di discriminazione possono avere su donne e uomini". Le aziende, infatti, per una questione di contenimento dei costi e per una serie di pregiudizi legati alla maturità anagrafica e professionale di questi lavoratori, preferiscono aprioristicamente puntare sui giovani, rendendo praticamente nulle le possibilità degli over 40 di trovare un lavoro. Ma non solo.

La riforma delle pensioni attuata dal governo Monti, infatti, ha aumentato i requisiti dell'età pensionabile, avanzando quella delle donne da 62 a 66 anni e quella degli uomini da 65 a 66 e provocando uno scarto di 4 anni con l'eliminazione del meccanismo delle quote. Mutamenti che, nel loro insieme, hanno contribuito a creare il cosiddetto fenomento degli esodati, persone che si trovano nel paradosso di essere troppo 'vecchie' per lavorare e troppo 'giovani' per andare in pensione.

Come risolvere la situazione di queste persone? Ecco le proposte avanzate da Giuseppe Zaffarano per i lavoratori over 40, i provvedimenti richiesti al governo e le modifiche suggerite sulla normativa vigente.

Proposte per migliorare la situzione dei lavoratori over 40

In una delle lettere indirizzate alla Commisione Lavoro del Senato e inviata anche alla stampa, Giuseppe Zaffarano, presidente di ATDAL, suggerisce alcune soluzioni per la situazione dei lavoratori over 40, provvedimenti che potrebbero aiutarli a rientrare nel mercato del lavoro e a raggiungere la pensione. Tra le proposte avanzate, le principali prevedono:

  • erogazione di incentivi alle aziende che assumono lavoratori over 40;
  • introduzione del principio di flexicurity (possibilità per aziende e lavoratori di cogliere le migliori opportunità di sviluppo, crescita e guadagno in base al concetto di flessibilità tutelata);
  • costituzione del salario minimo garantito per i periodi di disoccupazione;
  • controllo e punizione delle discriminazioni;
  • cambiamento attivo della cultura del mondo del lavoro.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017