Excite

Lavoro Bologna: stanziati fondi per le imprese che investono

Se perfino in Emilia Romagna le prospettive di lavoro si riducono, per lo meno si cerca di ridurre anche quelle di perderlo. I tre consorzi fidi dell'artigianato, dell'industria e della cooperazione (Unifidi, Fidindustria e Cooperfidi) hanno infatti stanziato 25 milioni di euro di fondi a disposizione delle imprese del territorio.

Il senso del nuovo fondo di cogaranzia è di concedere un po' di liquidità alle imprese che non si arrendono di fronte alla crisi. Queste potranno accedere anche a prestiti con tassi di interesse vantaggiosi grazie allo sforzo congiunto, insieme alla Regione, di 40 istituti bancari.

'Un ulteriore puntura di ossigeno finanziario - ha commentato l'assessore alle Attività Produttive Gian Carlo Muzzarelli - che aiuti a superare la crisi e le difficoltà, investendo sulle imprese, sull'economia reale e sul lavoro.' Sarebbe questa la cosiddetta finanza buona, che sostiene l'economia nei tempi di crisi; da distinguere da quell'altra, tossica, che invece la fa 'ammalare' quando è in piena salute.

Con una dotazione iniziale di 50 milioni di euro di risorse messe a disposizione dalla Regione, il fondo è destinato a sostenere gli investimenti delle aziende a breve, medio e lungo termine. Questa la risposta che istituti pubblici e privati emiliani hanno deciso di dare ai 3,3 punti percentuali di contrazione dell'accesso al credito registrati nel quarto trimestre del 2009.

In sinergia con i fondi stanziati, la convenzione bancaria, da parte sua, si impegna a erogare finanziamenti con tassi di interesse trasparenti e vantaggiosi. Il volume di garanzia sarà pari a circa 750 milioni di euro, cui corrisponderà un volume di credito di un miliardo e mezzo. Condizioni e garanzia verranno definiti in base alla fascia di rating di appartenenza dell'azienda richiedente.

(foto © adnkronos.com)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017