Excite

Il lavoro del Building Infrastructure Management: una risorsa preziosa

Se è vero che il lavoro è in crisi, è altrettanto vero che per quanto riguarda le offerte di lavoro che richiedono competenze manageriali sono molto diffuse ma allo stesso tempo anche estremamente selettive e non sempre di facile accesso, soprattutto da parte di chi ancora non può dimostrare un'esperienza consolidata nel settore. All'interno dei vari compiti gestionali mantiene una posizione molto particolare quella relativa al lavoro del Building Infrastructure Management. Si tratta infatti di una figura piuttosto rara, e per questo molto richiesta. Inoltre chi decide di avviarsi verso questa carriera potrà sia orientarsi verso l'attività svolta all'interno delle aziende per migliorare e razionalizzare l'organizzazione degli ambienti interni o di altre aziende, o potrà lavorare per le organizzazioni internazionali che svolgono un'attività di sostegno per i Paesi in via di sviluppo.

I requisiti del Building Infracstructure Manager

Chi vuole intraprendere questa carriera deve possedere spiccate capacità manageriali e gestionali, una grande rapidità nella capacità di trovare soluzioni ai problemi, e connaturate doti da leader e di gestione delle risorse umane. Inoltre deve aver avuto una formazione possibilmente universitaria, approfondita con Master di specializzazione, orientata sulle materie economiche. Il percorso di formazione è molto faticoso a volte, tuttavia è molto ben compensato sia livello economico che professionale, ed inoltre non si incontrano problemi nel trovare o cambiare il proprio impiego.

Quali sono le funzioni svolte dal Building Infracstructure Manager

Per quanto riguarda il ruolo svolto all'interno delle aziende, è colui che gestisce e coordina le varie unità che si occupano del miglioramento, sia in termini di efficienza strutturale che di sicurezza degli ambienti di lavoro. Quindi deve occuparsi di tutte le fasi che vanno dalla rilevazione delle problematiche da risolvere (ad esempio per la climatizzazione o il riscaldamento, o il controllo e la gestione dei consumi), alla progettazione degli impianti da realizzare, alla loro posa in opera fino al controllo successivo al completamento e messa in funzione dell'impianto. Invece chi svolge questo compito all'interno delle organizzazioni internazionali, il compito diventa più complesso, perché aumenteranno anche le attività da gestire e coordinare, che andranno dalla progettazione di infrastrutture necessarie per aiutare lo sviluppo di città o unità abitative di Paesi in via di sviluppo, reperimento e razionalizzazione delle risorse necessarie, fino alla completa realizzazione. E allo stesso tempo deve fare attenzione ad una integrazione e trasferimento delle competenze della cultura e delle conoscenze locali in materia.

L'unico problema che presenta lo svolgimento di questa attività è rappresentato dalla difficoltà di reperire in Italia i master di specializzazione, mentre all'estero, soprattutto nella cultura anglosassone, c'è solo l'imbarazzo della scelta.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017