Excite

AAA Cercasi medici pediatri

Tra pochi anni l'Italia dovrà affrontare una pesante carenza di medici pediatri. A sostenerlo è la SIP, la Società Italiana di Pediatria, che ha lanciato l'allarme qualche giorno fa. Dallo scorso anno, infatti, il numero dei pediatri ha registrato un calo notevole tanto che il saldo tra chi va in pensione e chi si specializza è sbilanciato a sfavore di questi ultimi. La SIP ha stimato che gli attuali 15 mila professionisti, diventeranno 8.000 nel 2025. Ciò significa che l'assistenza ai bambini potrebbe non essere garantita in maniera uniforme sul territorio nazionale e certamente non sarà capillare come oggi, senza contare i lunghi tempi d'attesa previsti per le visite.

Lo scenario che si profila all'orizzonte non è certamente incoraggiante, e pagare la carenza dei medici pediatri sarà soprattutto il Centro-Sud a causa dei piani di rientro da rispettare e della minor disponibilità di risorse. Come ha sottolineato Corsello, vicepresidente della SIP non è casuale il fenomeno migratorio dei pediatri dal Sud al Nord, dove ci sono maggiori risorse e una più forte domanda per coprire gli organici. La SIP, così ha proposto ai ministri della Salute e dell'Istruzione, Ferruccio Fazio e Mariastella Gelmini, di aumentare le borse di studio per l'accesso alle scuole di specializzazione, che attualmente sono 212 all'anno. Il titolare del dicastero della Salute si è impegnato a far salire questo numero a 250.

Chiaramente si tratta di un piccolo miglioramento, ma certamente non è sufficiente ad arginare il problema, che prima o poi si presenterà. Ecco, perché i pediatri stanno lavorando una 'rete pediatrica' che possa creare un circolo virtuoso tra i pediatri del territorio e quelli degli ospedali, in modo da garantire la continuità delle cure ai bambini, soprattutto in alcune fasce orarie come la notte, e durante le festività. La bozza del progetto esiste già e la SIP ha avviato i contatti con le organizzazioni sindacali e il Ministero della Salute.

(foto © Dreamstime.com)

lavoro.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017