Excite

Lavoro, dati Istat: in aumento i posti vacanti

Il tasso di disoccupazione è indubbiamente un indice affidabile per valutare le condizioni economiche in cui versa una nazione. E stando al tasso di disoccupazione, soprattutto quello giovanile, l'Italia si trova in una congiuntura particolarmente critica.

Non sempre però basta il tasso di disoccupazione per determinare se il mercato del lavoro sia effettivamente in crisi. Si può anche dare il caso che i posti di lavoro ci siano e ciò nonostante non si trovi nessuno disposto ad occuparli. Nel terzo trimestre del 2010, ad esempio, il tasso di posti vacanti complessivamente nell'industria e nei servizi ha subito un incremento di 0,1 punti percentuali rispetto allo stesso periodo del 2009. Dati Istat.

Attualmente, il tasso di posti vacanti in Italia sarebbe pari allo 0,6%. Per posto di lavoro vacante, precisa l'Istat, si intende un posto di lavoro libero o in procinto di esserlo, per occupare il quale si è già attivato il datore di lavoro. Spesso, purtroppo, non è facile trovare un candidato idoneo, ma neanche un candidato tout court. Si tratta spesso di lavori che i giovani italiani non intendono svolgere.

Ad esempio, mancano sarti e panettieri, c'è bisogno di falegnami, non si trovano parrucchieri. Tornando poi alle stime dell'Istat, anche nell'industria il tasso di posti vacanti nel terzo trimestre del 2010 è pari allo 0,5%. Rispetto all'anno precedente, il numero di posti vacanti è superiore di 0,2 punti percentuali nelle attività manifatturiere; e di 0,3 punti percentuali nelle costruzioni.

(foto © adevarul.it)

lavoro.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017