Excite

Lavoro: strategie per le donne over 40

Trovare un impiego, al giorno d'oggi, è impresa non da poco. E diventa addirittura titanica quando a cercare lavoro sono donne over 40. Questa categoria, infatti, è doppiamente penalizzata: da un lato per l'età e per tutti i vincoli (reali e presunti) che essa comporta, dall'altro per il sesso. Anche se non dichiarata e, anzi, accuratamente nascosta, la discriminazione femminile è un fatto reale e danneggia particolarmente proprio le donne cosiddette 'mature', tanto più quando hanno dei figli e una famiglia. Ecco allora alcuni consigli per non lasciarsi scoraggiare e rimettersi in gioco nel mondo del lavoro superati i temuti 'anta'.

Professionalità, motivazione e realismo: i plus delle donne over 40

I dati non sono rassicuranti: secondo un sondaggio di Astra Demoskopea, gli over 40 in cerca di lavoro in Italia sono circa 500 mila, di cui il 20% donne (anche se secondo l'agenzia questo dato va corretto al rialzo). Un numero elevato, che difficilmente può essere assorbito in un mercato dove la tendenza è quella di utilizzare formule contrattuali 'capestro' o poco costose per le aziende (leggi apprendistato). Si capisce pertanto come, in una situazione avversa e dove la concorrenza è spietata, per trovare lavoro le donne over 40 devono puntare su caratteristiche che le differenziano nettamente dalla concorrenza.

In tal senso, come spiegato da Vittorio Anfossi - amministratore delegato della società di selezione Studio Vittorio Anfossi C. - in un intervento sul lavoro over 40 realizzato per Diversity Channel, le donne che appartengono a questa categoria (e così pure gli uomini) possono mettere sul piatto una professionalità che un giovane di 20-25 non possiede. Ma non è solo la maggiore esperienza a fare la differenza. Sempre Anfossi, infatti, sottolinea come le donne nella categoria degli 'anta' dimostrano spesso una motivazione molto più forte e concreta di quella dei loro concorrenti 'giovani', perché conoscono meglio il mondo del lavoro e i suoi protagonisti e, di conseguenza, sanno con certezza che cosa vogliono e perché. Un ulteriore plus della categoria, infine, è la consapevolezza del proprio valore: le over 40 sanno quanto possono chiedere in termini di retribuzione e quanto possono trattare. Aspetto questo non trascurabile, dal momento che molto spesso ragazzi senza alcuna preparazione o con un'esperienza basilare si presentano presso le aziende "con aspettative economiche fuori da ogni logica".

A fronte di tutto ciò, conclude Anfossi, è chiaro come per le aziende "l’ostacolo da superare è culturale e non economico (o economico solo in minima parte)". Ma come uscire da tale impasse? Per chi è in cerca di impiego, una soluzione può essere quella di rivolgersi a società di selezione specializzate in ricollocamento professionale, che giocano un ruolo fondamentale nell'effettuare un autorevole lavoro di mediazione, evidenziando con oggettività i 'pro' dell'assumere una dipendente o una manager con più di 40 anni. In alternativa è possibile fare affidamento su una serie di associazioni, siti e blog che si occupano specificatamente di aiutare gli over 40, donne e uomini, a trovare (o ritrovare) il proprio posto nel mondo del lavoro.

Il network del lavoro over 40

In concomitanza del crescere del fenomeno della ricerca di lavoro tra le donne over 40, sono nati numerosi siti e associazioni dedicati a fornire informazioni, consigli e supporto pratico e psicologico alle persone impegnate in quella che, a tutti gli effetti, si può definire una battaglia. Tra i principali si segnalano:

Associazione Lavoro over 40 (lavoro-over40.it)

Associazione che vuole "promuovere la rivalutazione dei lavoratori 'in età matura'" con il dichiarato obiettivo di stimolare "il mondo politico a promuovere soluzioni legislative proponendo forme occupazionali a breve termine in attesa che vengano trovate soluzioni adeguate a medio-lungo termine". Non svolge attività di collocamento, ma offre servizi di consulenza "dalla revisione dei CV al supporto legale, al coaching o counselling" ed è in fase di predisporne altri;

ATDAL – Over 40 Associazione Tutela dei Diritti Acquisiti dei Lavoratori (atdal.eu)

Associazione fondata dall'ex dirigente Armando Rinaldi, costretto dalla multinazionale per la quale lavorava a concordare le 'dimissioni' a 51 anni di età e con 34 di contributi versati. Si occupa di analizzare la situazione dei lavoratori over 40 e di trovare soluzioni reali alla loro situazione, lavorando anche sulla sensibilizzazione dell'opinione pubblica. Sul sito presenta un'interessante sezione Cerco-Offro;

Bruna Nava (brunanava.it)

Una vera e propria fucina di corsi, consigli, idee e proposte pratiche, per rimettersi in pista dopo gli 'anta' e non sbagliare tempi, modi e mezzi per cercare (e trovare) lavoro;

Diversity Channel (lavoro-diversity.stepstone.it)

Portale del gruppo Stepstone specializzato nelle tematiche del lavoro over 40. Seleziona offerte di impiego e aziende che applicano la politica della 'diversity', ovvero una "tutela della diversità culturale e individuale come patrimonio comune di tutta l’umanità che in quanto tale va preservata e valorizzata". Presenta approfondimenti su tematiche 'calde' curati da professionisti del settore;

Forza Lavoro Matura (forzalavoromatura.blogspot.com)

Blog che riunisce lavoratori over 40 e di tutte le fasce cosiddette deboli. Piazza virtuale di incontro, aiuto, scambio;

Executive Surf (executivesurf.com, in inglese)

Sito con un'apposita sezione chiamata 'Transition' nella quale sono raccolte le offerte di lavoro per over 40 che desiderano ricollocarsi;

Kila (kila.it)

Portale della Regione Piemonte dedicato alle donne e al lavoro. Promotore del progetto Playcurriculum - facilitazione dell'incontro tra aziende e lavoratrici over 40 tramite l'impiego di videocurriculum girati con personale interno - è in prima linea nell'aiutare le donne della categoria 'anta' a trovare lavoro.

lavoro.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017