Lavoro e donne over 50: stato dell'opera e opportunità

Se in generale per l'universo femminile in Italia è molto difficile trovare lavoro, per le donne over 50 è praticamente una mission impossible. I fattori che giocano contro questa categoria sono, banalmente, l'anagrafica e le problematiche - vere e presunte - a essa correlate, il sesso e la necessità per molte di conciliare sempre più pressanti impegni familiari a quelli lavorativi. Senza contare il luogo di residenza, il titolo di studio e la maggiore o minore dimestichezza con le nuove tecnologie. Tuttavia, se fossero adeguatamente supportate, queste lavoratrici potrebbero essere una grande risorsa per l'economia del Paese.

Lavoro over 50: la situazione delle donne in Italia

In un'intervista rilasciata qualche tempo fa a MioJob di Repubblica, la dirigente Isfol ed esperta delle problematiche degli over 50 Diana Gilli ha affermato: "Le aziende si sono accorte che le competenze dei giovani e degli anziani sono diverse e non sono sostituibili ma complementari. Se si vede quali sono i giudizi che i direttori del personale danno a seconda dell’età, ci si accorge che cominciano a dire che gli anziani sono più affidabili, sanno condurre meglio i gruppi di lavoro, si assumono le responsabilità in maniera più profonda, sanno lavorare in gruppo meglio dei più giovani".

Una dichiarazione che evidenzia il valore potenziale per il mondo del lavoro degli over 50, donne incluse. Tuttavia, alle parole purtroppo non seguono i fatti. I partecipanti a una recente indagine di Manageritalia, associazione che rappresenta i dirigenti dei servizi, hanno infatti ammesso nel 30% dei casi di avere assistito a fenomeni di discriminazione nei confronti di lavoratori con più di cinquant'anni e nel 20% che i lavoratori in questione erano donne.

Situazione che fa dire al sociologo Enrico Finzi, in un'intervista al Corriere della Sera: "Non c'è dubbio, quella degli over 50 sta diventando un'emergenza. La fascia della maturità professionale si è ristretta in modo pericoloso e ingiustificato. Il posto stabile non si trova prima dei 35 anni, ma a 50 per le aziende sei già vecchio". Ma ci sono spiragli di speranza nel mondo del lavoro per le donne over 50?

In un Paese che staziona agli ultimi posti della classifica Eurostat relativa all'occupazione degli over 50, con una percentuale del 52.7% per i lavoratori tra i 55 e i 59 anni e del 20.5% per quelli tra i 60 e i 64 (contro una media europea, rispettivamente, di 71.5% e 41.1%), le prospettive non sono rosee, eppure sembra che qualcosa si stia muovendo.

Donne over 50: prospettive per il futuro

L'innovazione più importante introdotta dalla Riforma Fornero in merito alle opportunità di lavoro per le donne over 50, e non solo, è quella che prevede la possibilità per le aziende di assumere a partire dal 1° gennaio 2013:

  • donne di qualsiasi età, prive di impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi, residenti in aree cosiddette 'svantaggiate';
  • donne di qualsiasi età, prive di impiego regolarmente retribuito da almeno ventiquattro mesi, ovunque residenti

godendo della riduzione del 50% dei contributi per una durata di 12 mesi, che diventa di 18 in caso di contratto a tempo indeterminato.

In alternativa, per le lavoratrici motivate a intraprendere un percorso di tipo imprenditoriale, può rappresentare un'opportunità interessante quella offerta dal progetto internazionale OWLE50+ (Older Women in Learning Enterprise 50+), consultabile sul sito owle50plus.eu, che si propone di offrire formazione alle over 50 per rientrare nel mondo del lavoro o continuare a farne parte con maggiore soddisfazione.

Eleonora Selleri

TUTTI SAPPIAMO E NESSUNO SI MUOVE, I POLITICI SONO PROFUMATAMENTE PAGATI PER RISOLVERE I PROBLEMI NON PER SOLLAZZARSI.

2013-01-29 11:31:17
Romina Ciamarra

Brava !

2013-05-29 12:33:45
Lauro Zucconi

sono propio io

2013-06-20 21:04:52
Nera Perla

finche gli italiani sono pecore i politici farano i cazzi loro

2013-10-27 14:07:05
Elisabetta D'Auria Colombo

Sono solo chiacchiere, la realtà è molto diversa. Le potenzialità, le qualità e le esperienze professionali delle donne over 50 non vengono prese in considerazione. Si scartano le candidature in base ad un dato anagrafico e ad un genere, senza considerare le persone, senza dare nemmeno la possibilità di farsi conoscere...è una vergogna. Io cerco lavoro dal 2008 e continuo, perchè sono determinata di carattere; ma capisco chi ha gettato la spugna e tira a campare......

2014-01-20 11:20:24

lavoro.excite.it fa parte del Canale Blogo Economia & Lavoro - Excite Network Copyright ©1995 - 2014