Excite

Lavoro estero, direttive principali per cercare lavoro

Oggigiorno è in costante aumento il numero di coloro che tra studenti, liberi professionisti e giovani, decide di varcare il confine del proprio territorio nazionale per trovare lavoro all'estero.

Sapere cosa ci aspetta e come "muoverci" all'estero:

Innanzitutto bisogna aver chiare le proprie esigenze lavorative, ossia, che lavoro si intende intraprendere, quali sono le proprie necessità economiche e quale meta straniera si intende raggiungere.

La questione della lingua

A tal proposito risulta essere importantissimo avere perlomeno delle minime basi linguistiche (sapere un minimo di inglese, è molto utile, visto che l'inglese è una delle lingue più parlate al mondo). E' facile capire che chi ha maggiore professionalità avrà maggiori possibilità per affermarsi all'estero, per professionalità si intende sia l'esperienza formativa e professionale maturata nel proprio territorio nazionale sia le competenze acquisite durante tale processo formativo. Spesso anche chi possiede un diploma di laurea, appena varcati i confini nazionali si ritrova a svolgere lavori umili all'interno di ristoranti o alberghi, e questa è senza dubbio una tappa d'obbligo, prima della eventuale realizzazione professionale. E' anche vero che chi ha in mano professioni come il pizzaiolo, il gelataio o  il cuoco, può avere più possibilità lavorative dei laureati, infatti suddette professioni sono molto ricercate all'estero, specie in alcuni paesi d'Europa, come nel Regno Unito o negli Stati Uniti d'America. Una delle prime cose da fare per chi vuole cercare lavoro all'estero è' documentarsi sul costo della vita del paese in cui si intende cercare lavoro, e soprattutto valutare la congruità delle proprie capacità professionali con le offerte del mercato di lavoro.

Internet ci aiuta ancora una volta

Ci sono molti siti internet (monster, job rapido) che offrono numerose offerte di lavoro estere, sui quali ci si può anche fare un'idea sulle offerte che riccorrono maggiormente in quel mercato di lavoro.

Le principali città estere per cercare lavoro:

  • Londra
  • Parigi
  • Berlino
  • Miami
  • New York
  • Edimburgo

In queste capitali si hanno maggiori possibilità di impiego.

Avere un minimo budget economico è utile:

E' molto importante avere un minimo budget iniziale per trasferirisi all'estero, il consiglio è quello di partire con del denaro sufficiente a coprire le spese relative all'eventuale affitto (proprio per tale ragione è consigliabile valutare il costo della vita) e le spese alimentari. Molte persone decidono di partire e poi solamente una volta giunti in territorio straniero, cercano lavoro, ma consiglio prima di cercare un eventuale impiego e poi di trasferirisi, questo per il semplice fatto di avere maggiori sicurezze economiche. E' consigliabile redigere un C.V. in inglese e un'altro nella lingua del paese in cui si sceglie di andare a vivere.

Dove possiamo recarci per trovare lavoro all'estero

Da ricordare che anche all'estero sono presenti le agenzie del lavoro che mettono nelle condizioni che domanda e offerta di lavoro si incontrino, inoltre una volta che si è incominciato a lavorare è utilissimo (per poi aspirare a ricoprire magari una posizione lavorativa di maggior prestigio, sia sociale che retributivo) iscriversi e frequentare degli istituti che certifichino la conoscenza della lingua nazionale.

 

lavoro.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017