Excite

Lavoro estero, i dati delle ricerche Isfol

Il dato che emerge dalle ricerche effettuate dall' Isfol, l' Istituto per lo Sviluppo della Formazione Professionale dei Lavoratori, non lascia nessuna ombra di dubbio: i lavoratori italiani che accettano offerte di lavoro all' estero lo fanno spinti dalle possibilità reali di carrirea e guadagno. Questo il risultato di uno studio su un campione di cittadini under 45, una ricerca a livello nazionale intitolata 'Mobilità in Italia e all'estero per motivi di studio, stage ed esperienze professionali'.

Il lavoro all' estero, secondo ma maggior parte dei lavoratori italiani fuori dal nostro Paese, garantisce guadagni maggiori, una reale meritocrazia e un' occasione di crescita professionale, svolgendo le mansioni desiderate. Per il 51,9% dei casi un lavoro all' estero rappresenta quindi un' opportunità e una fonte di guadagno più elevata rispetto all' Italia, il 47,6% si sposta per trovare un posto di lavoro più sicuro, per il 54,4% un' occasione di lavoro all' estero rappresenta una concreta possibilità di svolgere un lavoro che piace di più e per il 47,1%, invece, un lavoro all' estero assicura una migliore prospettiva di carriera.

Inoltre la ricerca svolta dall' Istituto per lo Sviluppo della Formazione Professionale dei Lavoratori ha evidenziato in maniera chiara anche la propensione alla mobilità, con un dato che sottolinea il fenomeno dello spostamento di molti lavoratori anche all' interno dello stesso Paese: il 45,7% degli intervistati è risultato infatti, oggi o in passato, impegnato in una regione diversa da quella dove sono residenti.

(foto © Rainer Sturm, pixelio.de)

lavoro.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017