Excite

Nel 2010 scovate 82mila aziende irregolari

Secondo la Commissione centrale di coordinamento dell'attività di vigilanza, Nel 2010 sono aumentate le ispezioni sul lavoro contro le irregolarità o il lavoro nero. Su circa 150mila aziende ispezionate, oltre 82mila sono risultate irregolari, mentre il numero dei lavoratori in nero è aumentato del 26,83%, rispetto all'anno precedente.

Sul totale delle aziende ispezionate, il 66% risultano irregolari, facendo registrare un aumento significativo rispetto al 2009, anno in cui la percentuale delle aziende irregolari su quelle ispezionate era invece del 61%. Mentre, il numero dei lavoratori in nero, sfiora quasi il 60%. Gli ispettori, inoltre, hanno sospeso l'attività di 7.651 aziende pari al 60% in più rispetto al 2009. Le aziende sospese sono state prevalemente quelle del settore dell'edilizia e dei pubblici esercizi. In crescita anche le sanzioni per il lavoro nero (leggi la news) per gli appalti illeciti, per le violazioni dello Statuto dei Lavoratori e per le truffe ai danni di istituti previdenziali. Sono aumentate anche le ipotesi di reato per evasione contributiva e le violazioni sulla tutela economica delle madri lavoratrici.

Per il 2011, verrà realizzato un piano straordinario per la lotta al lavoro sommerso, che prevede almeno 80mila controlli mirati, ma anche Inps e Inail si rendono disponibili ad ulteriori 50mila accertamenti ispettivi. Le azioni, saranno monitorate periodicamente attraverso un apposito contatore che terrà conto del numero dei lavoratori in nero accertati e di quelli regolarizzati a seguito di intervento ispettivo.

(foto © Freedigitalphotos.com)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017