Excite

Lavoro Lombardia: la crisi colpisce, 250 mila senza occupazione

Secondo CGIL, le stime dei senza lavoro in Lombardia, cresce, e tocca quota 200 – 250 mila persone, compresi i lavoratori in cassa integrazione e in mobilità. Un quadro che mette in evidenza i reali problemi creati da una crisi dei mercati e da un sistema economica instabile, che inevitabilmente danneggia il segmento del lavoro in Lombardia, da sempre tra le regioni più attive econ un tasso di disoccupazione più basso in Italia.

A Milano sono 60.000 i lavoratori che rischiano il posto entro la fine dell´anno, 52 settimane di cassa integrazione, limite oltre il quale la cassa diventa espulsione dei lavoratori.
Da gennaio ad agosto sono stati autorizzati in Lombardia 138 milioni e 751.735 ore di cassa ordinaria e straordinaria, più 465% sul 2008, una crisi eterogenea che, purtroppo, colpisce tutti settori, senza differenze, senza tener conto dei lavoratori precari, a progetto o con contratti a tempo determinato, a rischio rinnovo.

Secondo Baseotto, segretario regionale della Cgil, ”Si contrae la produzione (meno 11% nel secondo trimestre dell´anno) e l´uscita dalla crisi si calcola su un periodo medio-lungo. È necessario fare di più. La Regione, con la quale pure abbiamo stipulato l´accordo sulla cassa in deroga, deve istituire un tavolo che decida interventi di sostegno per aziende e dipendenti, guardando oltre gli ammortizzatori sociali». Poi va allentato il patto di stabilità, «per consentire ai Comuni di rimettere in moto le opere pubbliche».
I rapporti con le altre sigle sindacali, Cisl e Uil, secondo Baseotto: «Le divisioni ci sono in Lombardia come a Roma, ma insieme si è lavorato bene contro la crisi. Ora ci viene proposto di aprire una fase nuova. Siamo disponibili a rinnovare un percorso unitario di iniziativa e mobilitazione, ma ciascuno riprende la sua libertà d´azione».

lavoro.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017