Excite

Marcegaglia: 'Bisogna affrontare il problema della flessibilità in uscita'

L'articolo 18 dello Statuto dei lavoratori torna a far discutere le parti sociali. Il presidente della Confindustria Anna Marcegaglia, ha invitato ad affrontare la questione della flessibilità in uscita dalle aziende. Ma per la Camusso, la proposta suona come un attacco frontale allo statuto dei lavoratori.

Un altro nodo da sciogliere, sempre secondo la Marcegaglia, rigurda la deroga al contratto nazionale, che va concertata con la contrattazione aziendale, un maggior livello di produttività e di salari. Parole, che hanno incontrato i favori del ministro del lavoro Sacconi: 'ha ragione la presidente di Confindustria nel sottolineare l'esigenza di completare la regolazione del mercato del lavoro e dei rapporti di lavoro attraverso un'intesa. D'altra parte, si tratta dello stesso esercizio di ricerca di un avviso comune che noi abbiamo sollecitato, offrendo la bozza di un disegno di legge delega per un moderno Statuto dei lavori che potrebbe realizzarsi in questa legislatura'. Inolre, il presidente della Confindustria, si è soffermata sul tema dell'opting out, vale a dire, l'uscita temporanea di un'impresa dall'associazione alla quale è iscritta, la strada seguita anche Marchionne e che in Germania esiste dal 2005.

La proposta del presidente della Confindustria, così come il commento del ministro Sacconi, non sono piaciuti alla Camusso, che ha replicato: 'il pensiero corre immediatamente all'articolo 18 e al tentativo, che ha in mente Sacconi, di destrutturazione dello Statuto dei lavoratori. Questo non ha nulla a che vedere con la realtà di oggi del Paese, con i problemi che dobbiamo proporci'.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017