Excite

Lavoro Napoli: crisi strutturale dell'occupazione

Se al momento la situazione lavorativa in Italia non è delle migliori, figuriamoci cosa può essere a Napoli dove la disoccupazione è praticamente endemica. Secondo dati risalenti al 2001, pubblicati sul sito del Comune partenopeo, il tasso di disoccupazione era pari al 31,3%, contro l'11,58 della media nazionale.

I dati facevano riferimento alla condizione professionale della popolazione residente nell'area metropolitana di Napoli superiore ai 15 anni di età, che ammontava a un totale di 832.669 persone (circa 50mila donne in più rispetto agli uomini).

L'indagine prendeva anche in considerazione il tasso di attività della popolazione, distinguendo a questo proposito l'aggregato delle Forze lavoro, ossia l'insieme degli occupati e delle persone in cerca di occupazione, da quello delle Non forze lavoro: persone di età superiore ai 15 anni che hanno cessato un'attività lavorativa per invalidità, raggiunti limiti di età o qualunque altra causa. Se in Italia il tasso di attività della popolazione era al tempo del 48,56% a Napoli, invece, era solo del 42,67%.

Inferiore al valore nazionale era anche il tasso di occupazione nell'area metropolitana di Napoli, pari al 29,28% contro il 42,94% della media nazionale. In attesa del nuovo censimento del Comune partenopeo, possiamo scommettere sin da ora che le differenze rispetto alla media nazionale si sono notevolmente affinate.

Purtroppo, però, non nella direzione voluta: non è infatti Napoli ad aver migliorato la condizione lavorativa dei suoi abitanti, ma il paese ad aver peggiorato, in generale, quella degli italiani.

(foto © mobilitanti.it)

lavoro.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017