Excite

Lavoro Palermo, industria a rischio

Lo denuncia la Fiom: a rischio 3.550 posti di lavoro a Palermo. Il mercato del lavoro nella città siciliana registra ulteriori perdite, ed anche il settore metalmeccanico non passa indenne.

"Stimiamo che nelle industrie della provincia di Palermo siano a rischio 3.550 posti di lavoro. E siamo fortemente preoccupati perchè il governo regionale secondo noi sta sottovalutando questa crisi". Queste le parole del segretario della Fiom-Cgil di Palermo, Francesco Piastra, che lancia un segnale di allarme alle istituzioni. Il comparto industria a Palermo soffre.

Trovare lavoro a Palermo nell’ edilizia e nell’ agricoltura è diventato ancora più difficile, e la crisi non risparmia nemmeno il settore metalmeccanico.

La manifestazione del 9 ottobre è un segnale forte, per la richiesta di sostegno da parte delle istituzioni, sottolinea il segretario della Fiom-Cgil di Palermo, affermando che "Scioperiamo perchè riteniamo che in questo momento occorrono interventi di sostegno alle attività produttive . Senza un intervento pubblico sarà un finale d'anno disastroso. Lo sciopero ha una doppia valenza: contrastare il declino industriale e mettere al centro del dibattito nazionale vertenze come quelle della Fiat di Termini Imerese e di Fincantieri. Scioperiamo anche per impedire l'accordo separato di Fim e Uilm, che prospetta un peggioramento delle condizioni lavorative e di reddito dei metalmeccanici, che in tre anni prenderebbero solo 66 euro mensili di aumenti, una cifra ridicola".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017