Excite

Lavoro Roma: record nazionale di adetti al terziario

Maggiore flessibilità, spazio al part time, facilità di reperire personale qualificato. Queste le caratteristiche del mercato del lavoro nella capitale emerse dalla quarta inchiesta 'Mutamenti del lavoro a Roma tra crisi e riforme. 2008-2010: un biennio difficile.' L'indagine compiuta dall'osservatorio comunale presso la facoltà di Sociologia dell'Università Sapienza di Roma mette in luce come la tenuta dell'economia romana nell'ultimo biennio sia dovuta a settori meno legati con il ciclo economico.

I dati presentati indicano un tasso di occupazione nella capitale pari al 60%, due punti percentuali in più rispetto alla media nazionale. Il 22% sono occupati del pubblico impiego (14% il dato nazionale); il 35% sono lavoratori flessibili (contro il 25% del dato medio italiano); e la crescita dell'occupazione femminile è salita al 53%.

Il settore di riferimento per l'economia della capitale è il terziario. L'ultima elaborazione Istat del 2008 assegnava a Roma il record nazionale di addetti complessivi al terziario, ben l'84%. Dalla recente indagine, inoltre, emerge che la percentuale di lavoro dipendente nella capitale è del 77%, i lavoratori autonomi sono il 15%, e il 9% include le restanti forme di collaborazione.

Tira le conclusioni l'assessore alle Attività Produttive e al Lavoro del Comune di Roma, Davide Bordoni, secondo il quale, dalla miriade di dati raccolti prende forma una situazione 'tanto poliedrica e ricca, quanto di difficile ma non di impossibile gestione.'

(foto © impresamia.com)

lavoro.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017