Excite

Lavoro Salerno, licenziamenti e cassa integrazione all' Alvi

Si è letto in questi giorni difficili per il mondo del lavoro a Salerno e per il resto della Campania a causa del crac della catena di supermercati Alvi, che si sta assistendo ad una 'Parmalat salernitana', ovvero c'è chi ipotizza reati come bancarotta fraudolenta, truffa aggravata o contabilità inesistenti. Tutto questo spetterà alla procura accertarlo, ma il dato di fatto è che il fallimento dell' Alvi ricade sulle spalle di migliaia di dipendenti che ora vedono vacillare il proprio posto di lavoro, tra cassa integrazione e rischio licenziamenti.

Una vicenda spinosa, che va a logorare un tessuto già debole della realtà della Campania, ed aggrava un' emergenza lavoro già alta a Salerno e provincia. Gli amministratori dell' Alvi, secondo i primi documenti della Procura, sembra fossero a conoscenza dello stato dei conti dell' azienda, tanto che 'da tempo hanno procrastinato i pagamenti dei creditori'.

Un momento difficile per Salerno. A sostegno delle famiglie che rischiano di finire sul lastrico interviene la Regione, come conferma lo stesso assessore regionale al Lavoro Corrado Gabriele che ha assicurato un aiuto concreto a quanti rischieranno di restare senza lavoro nella vicenda Alvi. 'Abbiamo il compito di recuperare la perdita di posti di lavoro che deriva dalla grande distribuzione e cercare nel contempo di rilanciare il settore. Il nostro territorio esprime grandi potenzialità in questo senso, bisogna soltanto mettere nella giusta sintonia i lavoratori, le istituzioni e le imprese responsabili che decidono di investire in Campania.' afferma l' assessore, che aggiunge '...credo sia necessario allargare il tavolo istituzionale al Ministero del Lavoro, se riuscissimo ad attivare per almeno un anno la CIGS relativa ai 108 lavoratori della Fisciano Logistica -anch’essa collegata al gruppo Alvi- faremmo un ulteriore passo in avanti nella risoluzione della crisi'.

(foto images.wikio.com)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017