Excite

Lavoro, stipendi in aumento

I dati Istat indicano un segno + davanti alle retribuzioni dei lavoratori italiani. Nel mese di ottobre l' incremento è stato del + 0.2%, mentre la variazione media annuale si attesta sul + 3.2%. I maggiori aumenti sono stati rilevati per acqua e servizi di smaltimento rifiuti e metalmeccanica, con un +4.2%, commercio e alimentari bevande e tabacco, con un bel + 4% e comparto ministeriale, con un +3,8%.

Si difendono bene anche altre categorie, con aumenti più contenuti rispetto ai sopracitati, ma pur sempre intorno al +1%, come ad esempio vigili del fuoco e trasporti, con stipendi più alti dello 0,6%, servizi postali e attivita' connesse, +1,5% e agricoltura, dove si registra un +1,6%.

Secondo l'Istat, invece, l'indice delle retribuzioni orarie e' rimasto invariato nel settore delle telecomunicazioni, contratti dei militari-difesa e forze dell'ordine, mentre sono stati sottoscritti i nuovi contratti Rai e dell' industria metalmeccanica.

Risultano ancora da rinnovare 21 contratti, per un totale pari al 13,2% del monte retributivo totale che comprendono circa 1,5 milioni di dipendenti. Le rilevazioni Istat mettono in evidenza che "Alla fine di ottobre 2009 i contratti collettivi nazionali di lavoro in vigore relativamente alla sola parte economica riguardano l'88,5 per cento degli occupati dipendenti rilevati per il periodo di riferimento degli indici (dicembre 2005); a essi corrisponde una quota dell'86,8 per cento del monte retributivo osservato".

Foto da sxc.hu

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017