Excite

L’Inps non fornirà più le stime ai parasubordinati

Quattro milioni di italiani hanno contratti atipici e sono senza assunzione a tempo indeterminato, ma l’INPS, l’istituto Nazionale di Previdenza Sociale, ha deciso di omettere l’informazione sulle stime di queste pensioni.

L’Inps non fornirà più tali importi né tramite web, con l’eventuale simulatore, né per via cartacea. Dietro a tale decisione, c’è il temuto rischio di una rivolta popolare, Se dovessimo dare la simulazione della pensione ai parasubordinati- ha affermato Mastrapasqua- rischieremmo un sommovimento sociale. Perché? Facile, perché i numerosi precari italiani si troverebbe di fronte un’informazione che certificherebbe il loro non facile destino, fatto di contributi, ma non tali da evitare una pensione che sembra simile a quella sociale, prevista in assenza di contribuzione. I parasubordinati sembrano infatti destinati a non raggiungere neppure la pensioneminima, seppur pagando ogni singolo anno di contribuzione nell'arco della loro carriera lavorativa.

E’ evidente che i problemi pensionistici si avvitino attorno a quelli già difficili sul mondo del lavoro e che richiedono da parte dei precari soluzioni ad hoc per garantirsi un minimo di fondo pensionistico. E’ pur vero che in Italia, come ha ricordato il Ministro Sacconi, bisogna incoraggiare una cultura della previdenza e a tal fine il Ministro ha in programma una giornata d’informazione, che si chiamerà appunto “Un giorno per il futuro”, ma l’oscuramento e l’omissione della stima della propria pensione da parasubordinati non è forse un atto di manipolata disinformazione?

lavoro.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017