Excite

Master all'estero: guida alla scelta

  • Foto:
  • portugal-india.com

In tempi precari come questi, fare un master e accrescere le proprie conoscenze accademiche può essere un modo per aumentare le possibilità di trovare lavoro. Se poi il master è organizzato da un'Università o un Ente privato straniero, le competenze 'internazionali' e l'esperienza all'estero sono viste particolarmente di buon occhio dalle aziende e dai responsabili del personale. Ma come fare a scegliere il corso di specializzazione o di perfezionamento migliore? Ecco alcuni consigli per orientarsi.


Master esteri: non corso post universitario, ma laurea magistrale
Dal 1999, anno della cosiddetta Dichiarazione di Bologna, i paesi della Comunità Europea sono allineati per quello che concerne l'offerta formativa secondaria. Pur mantendo dunque i singoli Istituti e le singole Facoltà un ampio range di autonomia, i diversi corsi universitari sono strutturati (quasi) sempre in due step: la laurea di primo livello (bachelor degree) e la laurea magistrale (master degree). Questo significa che all'estero - diversamente dall'Italia - conseguire un master equivale a prendere la laurea magistrale. Chi è interessato a ottenere una specializzazione in un paese straniero deve quindi avere presente che il titolo di studio di cui potrà fregiarsi sarà - a tutti gli effetti - una seconda laurea specialistica.


Come scegliere il master: interesse, necessità e... Ranking
Le motivazioni che spingono alla scelta di un master piuttosto che di un altro sono di ordine puramente pratico e solitamente legate a uno specifico interesse personale oppure a un'esigenza lavorativa. In un mondo perfetto queste ragioni concidono, ma al giorno d'oggi spesso si preferisce sacrificare la propria vocazione a un percorso di studi che offre reali chances di lavoro e carriera. Un master - dati i costi elevati - è un vero e proprio investimento, pertanto è necessario ponderare con attenzione entrambi gli aspetti. Una volta presa la fatidica decisione e scelto l'orientamento, per farsi un'idea della qualità dei corsi di specializzazione esteri è possibile consultare dei siti che offrono una vera e propria 'classifica' dei master dei vari paesi del mondo. I portali più affidabili in fatto di ranking sono: qs.com, tes.co.uk e u-map.eu.


Master nel mondo: l'offerta dei paesi europei
Con la fondazione della Leage of European Research Universities (LERU) nel 2002 e della European University Association (EUA) del 2006, Università e Istituti europei hanno posto le basi per una cooperazione internazionale che ha come obiettivi la facilitazione della ricerca e la tutela e il monitoraggio dell'offerta formativa non solo europea, ma anche extraeuropea. Gli studenti italiani dunque, a seconda del luogo dove hanno intenzione di svolgere il proprio percorso di specializzazione, possono fare riferimento ai seguenti programmi:

  • Erasmus Mundus - paesi non appartenenti alla Comunità Europea (in particolar modo America Latina e Terzo Mondo);
  • Lifelong Learning Programme (LLP) - paesi dell’Unione Europea;
  • Programmi di cooperazione bilaterale con Stati Uniti, Canada, Australia, Giappone, Nuova Zelanda e Corea del Sud;
  • Tempus - paesi asiatici, mediterranei e Balcani.
Tutti questi programmi sono sotto il controllo della Education, Audiovisual and Culture Executive Agency (ACEA), l'agenzia europea che gestisce i fondi comunitari per lo scambio e la cooperazione tra le Università.


Master in USA: i programmi di scambio, l'offerta e le modalità d'accesso
Gli scambi con gli USA sono gestiti dal Programma Fulbright (fulbright.it), che è amministrato dalla Commissione per gli Scambi Culturali fra l'Italia e gli Stati Uniti e finanziato dal Dipartimento di Stato americano e dal Ministero degli Affari Esteri italiano. I master che si possono conseguire negli States - equivalenti alla laurea specialistica italiana - sono:

  • Master of Arts (MA) e Master of Science (MS), propedeutici alla carriera universitaria e al PhD (dottorato);
  • Master of Business Administration (MBA), Master of Education (MeD), Master of Social Work (MSW), propedeutici all’ingresso nel mercato del lavoro;
  • Doctor of Medicine (MD), Juris Doctor (J.D.) e Master of Engineering (MEng), a completamento del bachelor degree e propedeutici all'esercizio delle rispettive professioni.
Per accedere a tutti questi programmi di studio è necessario sostenere il Graduate Record Examinations (GRE) - un test di cultura generale obbligatorio tanto per gli americani che per gli stranieri - e per gli studenti non madrelingua dimostrare una fluente conoscenza dell'inglese attraverso un esame riconosciuto come il Test of English as a Foreign Language (TOEFL). Infine, per l'accesso agli MBA è anche richiesto di superare il Graduate Management Admissions Test (GMAT). Per maggiori informazioni è possibile consultare i siti ets.org (per il GRE) e mba.com (per il GMAT). Non legato ai programmi formativi, ma necessario per risiedere negli USA è il visto di studio (Visa) rilasciato dall'Immigration and Naturalization Department (INS) e richiedibile attraverso l'ambasciata americana in Italia.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017