Excite

Mastro birrario: antichi 'nuovi' mestieri

Torna di moda una professione antica, quella del mastro birraio. La passione per la birra artigianale viene dal nord Europa dove, in quanto a ricchezza dell'offerta, le cose stanno molto meglio che in Italia. Eppure il nostro paese è un mercato potenzialmente attivo su questo fronte. Il consumo della birra, infatti, ha saputo affiancarsi nelle abitudini degli italiani a quello del vino, senza entrare con questo in competizione.

Gli italiani, insomma, bevono tanta birra quanto vino, con un disequilibrio, però, rispetto alla varietà della scelta, nettamente a favore del secondo. Di vini, infatti, ne esistono a migliaia: è normale trovare nelle campagne italiane aziende vinicole a conduzione familiare. Non è lo stesso per quanto riguarda la birra.

Soltanto ora si stanno muovendo i primi passi, e si vedono i primi birrifici artigianali aperti da giovani intraprendenti e appassionati. È il caso di Nicola Perra e Isidoro Mascia ad esempio, che nel 2006 aprono un birrificio in Sardegna e oggi si stanno affermando a livello nazionale con la loro BB10, guadagnandosi anche il primo posto nel Campionato italiano di Birre artigianali.

Ma i casi di questo tipo si moltiplicano. Al Pianeta Birra di Rimini, la più grande fiera europea dedicata al beverage, quest'anno erano presenti oltre 40 birrifici italiani.

La produzione artigianale di birra, il sapiente impasto di malto, lievito, luppolo ed acqua affidato all'occhio e al gusto di un uomo, rimane per il momento un settore di nicchia, che corre parallelo a quello della produzione industriale, ma che potrebbe anche arrivare a minacciarne il primato, come già nel caso del vino.

(foto © thelibrary.it)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017