Excite

Come funziona il metodo Montessori

Il concetto che è alla base di quello che oggi viene definito "metodo Montessori" è molto semplice, e parte dall'importanza e dalla specificità che gli individui hanno, fin dai primi anni. Sulla base di questo concetto viene quindi definito un percorso formativo che pone al centro la naturale propensione dei bambini di aprirsi al mondo esterno attraverso un processo di apprendimento che va stimolato e mai condizionato a priori.

Caratteristiche principali del metodo

L'ambiente circostante deve essere di stimolo al processo di apprendimento, dall'organizzazione degli spazi (incentrati sulla libertà di sperimentazione idonei a permettere lo svolgimento di attività sia di carattere individuale che collettivo o di carattere partecipativo) all'impiego degli elementi di arredo, che devono essere a "misura di bambino", e sempre in funzione della loro età. Tuttavia, perché il metodo Montessori possa svolgere pienamente la propria funzione, è altresì indispensabile che gli operatori a contatto con i bambini e gli educatori abbiano abbracciato la filosofia che è alla base di tale sistema, così da porsi costantemente come punto di riferimento nel processo di valutazione del progresso dell'apprendimento, senza mai incappare nel rischio di diventare un ostacolo. L'educatore deve rispettare i tempi e i vari strumenti scelti da ciascun bambino nel proprio processo di apprendimento che deve avvenire attraverso la sperimentazione di attività autoscelte, intervenendo dove necessario per stimolare gli ambiti meno presenti, come ad esempio il desiderio o la capacità di svolgere un lavoro in gruppo. Tali interventi devono essere modulati sull'attività di valutazione di ciascun alunno, prendendo in considerazione come punti di riferimento:

  • la capacità di scegliere un'attività in autonomia;
  • il tempo che viene dedicato a ciascuna attività e il tipo di intensità dell'impegno mostrato;
  • la capacità di svolgere una attività tappa per tappa, e di portarla a termine sempre in modo autonomo;
  • il livello di autostima mostrato;
  • il modo di interfacciarsi con gli altri;
  • il rispetto delle regole;
  • la disponibilità e la partecipazione nella sperimentazione sia a livello individuale che a livello collettivo.

Come aprire una scuola con metodo Montessori

Per aprire una "Casa dei Bambini " (ovvero di una scuola che sfrutta il Metodo Montessori), bisogna seguire due iter: uno di carattere più prettamente burocratico che va dalla richiesta dell'autorizzazione di apertura della scuola che va rivolta al comune dove si intende aprire la struttura, con l'obbligo di adeguare gli ambienti a quanto previsto dalla normativa locale. Una volta ottenuta l'autorizzazione comunale, bisogna ottenere quella dell'Opera Nazionale Montessori che a sua volta dipende da:

  • il gestore deve dimostrare di aver aderito a “La carta nazionale Montessori”;
  • il personale addetto all'educazione deve essere in possesso di un diploma di “Specializzazione nel metodo Montessori per educatori”;
  • la stipula della Convenzione con l’Opera Nazionale Montessori.

lavoro.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017