Excite

Mettersi in proprio, come aprire un negozio eBay

Il commercio elettronico, già da alcuni anni, vive un momento dorato, grazie al numero sempre maggiore di persone che preferisce fare acquisti in rete. Molti consumatori, infatti, sono attratti dai costi più contenuti e dalla comodità, ma anche dalla possibilità di cercare informazioni utili sui prodotti di loro interesse. Non è un caso che eBay sia diventato nel giro di pochissimi anni il più grande mercato per la compravendita di beni e servizi on line. In Italia, ad esempio, conta più di 5 milioni di utenti, tra privati e piccole aziende.

Avviare un negozio eBay, perciò, può essere un ottimo investimento. Esistono 3 differenti tipologie di attività:

  • negozio virtuale;
  • drop off store;
  • negozio virtuale ad integrazione di attività preesistenti.


Negozio virtuale

I negozi eBay sono realtà virtuali, ovvero presenti esclusivamente su internet, senza avere alle spalle un punto vendita su strada e senza i costi di gestione di un negozio tradizionale. Inoltre, si possono vendere anche dei prodotti che non si possiedono fisicamente, ma che sono messi a disposizione dai legittimi proprietari. Questa modalità di vendita prende il nome di 'Drop Ship'.


Come aprire un negozio eBay

per aprire un negozio base, la procedura è davvero molto semplice. Basta, infatti, aprire un account personale o business che sia collegato ad un conto PayPal. Una volta fatto questo, si può personalizzare il proprio negozio, modificando le categorie, aggiungendo un logo, un'intestazione personalizzata e funzioni per la navigazione che semplifichino le ricerche, gli acquisti, utilizzando funzionalità come quelle relative alle promozioni. Chiaramente, per tenere vivo l'interesse degli acquirenti, è possibile anche inviare delle newsletter via email per evidenziare oggetti nuovi o stagionali. Dopo avere impostato il negozio, si può iniziare a vendere, sia che si tratti di prodotti nuovi, magari comprati in stock da attività in chiusura, sia nel caso di oggetti usati.

Alcuni oggetti non possono essere venduti su eBay oppure possono essere messi in vendita solo in particolari sezioni del sito, come ad esempio gli abiti usati, gli animali, le armi, le bevande alcoliche, i biglietti di lotterie, ecc. Esistono, infatti, delle regole ben precise da seguire. Se l'inserzione viola le regole di eBay, infatti, può essere chiusa anticipatamente. In questi casi, eBay invia prima una notifica tramite email al venditore e agli offerenti per informarli della chiusura dell'inserzione.


Drop off store

In alcuni casi, i negozi eBay possono essere anche dei negozi veri e propri, ma chi li gestisce, a fronte di commissioni, funge da intermediario tra privati e piccole aziende che intendono vendere i loro prodotti su internet.


Negozio virtuale ad integrazione di attività preesistenti

In questo caso, eBay ha il ruolo di vetrina aggiuntiva di un’attività commerciale preesistente. Si può trattare, quindi, di un negozio tradizionale, che integra la vendita sfruttando le potenzialità e la visibilità di eBay, oppure può essere una piccola o media impresa di produzione, che, oltre i canali già normalmente utilizzati, si serve anche del negozio eBay per vendere direttamente i propri prodotti.

lavoro.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2014