Excite

Milano: ancora un lavoro sotto l’albero? Sì nel lavoro stagionale

Sono 2580 le richieste di lavoro stagionale a Milano per il Natale 2010. Il periodo natalizio ha un peso importante sulle richieste stagionali di tutto l'anno nella provincia di Milano, pari al 33,7% del totale. Questo è quanto emerge da un'elaborazione della Camera di Commercio di Milano, sui dati Excelsior. Rispetto alle assunzioni stagionali del 2009, le richieste crescono del 2,4%. Chiedono lavoro stagionale soprattutto i settori degli alberghi e dei servizi alla ristorazione (2.740, il 35,9 % delle assunzioni previste di stagionali), il commercio (1.220, 16%) e i trasporti e attività connesse (720, 9,4% del totale).

Sono soprattutto le imprese con oltre 50 dipendenti a farne ricorso (4.840 assunzioni, 63,4% del totale assunti con contratto stagionale), seguite da quelle con numero di dipendenti compreso tra 1 e 9 (1.910 assunzioni, 25%). Le imprese con dipendenti compresi tra 10 e 49 incidono per l’11,8%.Se consideriamo i macrosettori, sono i servizi a fare maggiormente uso di questa categoria di lavoratori, con 6.480 assunzioni (pari all’84,8% del totale). L’industria, incluse le costruzioni, si attesta al 15,2% con 1.160 assunzioni. Considerando invece il peso sul totale delle assunzioni previste per settore (tra stagionali e non stagionali), è stagionale quasi la metà delle assunzioni nel settore alberghi e servizi alla ristorazione (49%), una su quattro nelle attività editoriali e informazione (25,7%) e una su sette nell’edilizia (13%).

Per quanto riguarda il peso della provincia di Milano sul territorio lombardo, esso ammonta al 31% del totale. Seguono Brescia, con 5.260 assunzioni stagionali e il 21,4% regionale, Sondrio con 2.670 stagionali e il 10,8% e Varese con 1.790 stagionali ed il 7,3% lombardo. Fanalini di coda le province di Lodi (270 assunzione, 1,1%) e Lecco (440, 1,8%).

(foto © freedigitalphotos.net)

lavoro.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017