Excite

Offerte di lavoro truffa, come smascherarle

Il nostro Paese, come è emerso da un'indagine condotta di recente dall'arma dei Carabinieri, sembra stretto fra la morsa del lavoro nero e dello sfruttamento della manodopera, e le offerte di lavoro truffa. Il fenomeno, infatti, ha raggiunto preoccupanti livelli di guardia, ma come smascherare i raggiri?

I truffatori si presentano sotto diverse vesti, ma nonostante la nutrita casistica, lo scopo resta sempre lo stesso: guadagnare a danno di chi pensa di aver trovato finalmente un lavoro che gli permetta di fare il cosiddetto 'salto di qualità'. Queste persone, infatti, fanno leva proprio sulla vulnerabilità di chi, spinto dalla necessità o dalla disperazione, è pronto ad accettare proposte di lavoro fumose, arrivando persino a pagare o a coinvolgere amici e parenti.


Campanelli d'allarme
  • annuncio di lavoro in forma anonima (pratica ritenuta illegale in Italia);
  • offerta all'interno di una email non richiesta, da uno sconosciuto, con link o richiesta dei dati personali;
  • annuncio senza nome dell'azienda;
  • offerta senza job description, con invito a contattare qualcuno per saperne di più;
  • richiesta di una spesa iniziale per ottenere il lavoro;
  • nessun riferimento alla retribuzione e alle competenze richieste;
  • annuncio con un numero di cellulare o un numero internazionale con due 0 iniziali, o un account msn/skype, o un indirizzo email non aziendale tipo Alice o Gmail.


Le offerte di lavoro truffa più diffuse

  • Marketing multilivello. Chi diventa partner deve procurare a sua volta nuovi clienti all'azienda a cui far sottoscrivere un contratto simile al proprio. (In Italia le strutture piramidali o le catene di S. Antonio sono illegali);
  • Trasferimento di denaro attraverso il proprio conto corrente, dietro il pagamento di commissioni. Si tratta di un reato penale che risponde al nome di riciclaggio di denaro sporco;
  • annunci di lavoro per hostess o ragazze immagini ai confini con la prostituzione;
  • offerte di lavoro nel mondo dello spettacolo in cambio di servizi fotografici o provini a pagamento.


A chi rivolgersi in caso di truffa
  • Ispettorato del Lavoro della propria Provincia;
  • Comando dei Carabinieri per la Tutela del Lavoro.

lavoro.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017