Excite

Ottico: una figura professionale sempre più richiesta

Non è del tutto esatto affermare che non esiste più spazio per i giovani nel mondo del lavoro. Lo spazio ci sarebbe anche; bisogna saperlo individuare. Certo, se i ragazzi aspirano tutti a fare la stessa professione (avvocati, giornalisti, ecc.), quei settori occupazionali conserveranno pure il prestigio ma di fatto non permettono di sopravvivere.

Puntando su professioni magari meno attraenti all'inizio, le opportunità invece esistono. È il caso, per dirne uno, degli ottici. Una professione da non sottovalutare, perché stando alle statistiche, l'inserimento del personale in questo campo è in controtendenza rispetto ad altri settori produttivi in forte calo.

A cosa è dovuto ciò? Il principale motivo, come spiegato sopra, è l'esiguo numero di giovani che studiano per conseguire il diploma di ottico. Una proposta formativa che, al contrario di altre, risulta vincente sul piano occupazionale e remunerativo.

Cosa fa l'ottico? Da un lato, misura la vista del cliente per individuarne i difetti e guidarne la scelta di occhiali o lenti a contatto. Dall'altro, in laboratorio, l'ottico lavora il materiale grezzo e confeziona il prodotto.

Su entrambi i fronti, il settore è in continua evoluzione. Sia per quanto riguarda i modelli di lenti, occhiali o lenti a contatto; sia per i materiali e le tecniche di lavorazione o gli strumenti di misurazione dei deficit visivi del cliente. Insomma, un settore tutt'altro che noioso e, soprattutto, ricco di opportunità.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017