Excite

Lavoro Bari: Vendola presenta il nuovo piano regionale

Il diritto al posto di lavoro e al reddito per un famiglia contro il diritto di licenziare e delocalizzare. È su questo asse che si gioca secondo Nichi Vendola l'attuale battaglia politica nella regione da lui governata e in tutto il paese. Secondo il governatore della Puglia bisogna fare marcia indietro rispetto a un quindicennio dominato da 'politiche sociali e feroci di destra'.

Queste le parole usate dall'astro nascente della sinistra nazionale durante la presentazione del piano per il lavoro predisposto dalla sua amministrazione. Il piano per il lavoro della Regione Puglia prevede l'attivazione nei primi sei mesi dell'anno dei bandi di lavoro per circa 43 interventi che genereranno più di 38 mila nuovi posti di lavoro e ne salvaguarderanno all'incirca 14 mila di quelli già esistenti.

Vendola ha affrontato anche il nodo della stabilizzazione dei precari della Regione, ricordando che 'quando sono arrivato qui ho trovato precari in ogni angolo, contrattualizzati nei modi più diversi e senza nessuna base giuridica certa. Noi abbiamo dato a molti giovani - ha concluso - la possibilità di avere contratti a tempo determinato.' Rispetto alla qualità delle forme contrattuali, il governatore scarica la responsabilità alle scelte del governo, in primis del ministro dell'economia Giulio Tremonti.

Nei mesi scorsi, non sono mancate però le critiche allo stesso governatore della Puglia da parte dei sindacati, culminate nello clamoroso strappo di fine anno. I leader regionali di Cgil, Cisl e Uil lamentano la mancata concertazione sui provvedimenti adottati della Regione. Vendola, da parte sua, si dice ora disposto ad un rilancio del confronto.

(foto © libero-news.it)

lavoro.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017