Excite

Sanzioni disciplinari nel pubblico impiego: come gestire i provvedimenti subiti

Le sanzioni disciplinari nel pubblico impiego sono regolamentate dal Decreto Legislativo 150 del 2009. Tuttavia tali sanzioni variano a seconda del tipo di violazione commessa: innanzitutto ne va stabilità la gravità. Di seguito vediamo a quali sanzioni disciplinari può andare incontro un dipendente del settore pubblico che compie un’infrazione.

    Getty Images

Quali sono

Le sanzioni di minore gravità sono quelle previste per infrazioni meno gravi e consistono nel rimprovero verbale o scritto, nella sospensione dal lavoro per 10 giorni o anche di più (senza retribuzione) o in una multa fino a quattro ore. Il dipendente, per difendersi, può richiedere l’assistenza di un rappresentante di un’associazione sindacale.

Scopri le proposte del Ministro Poletti per gli over 60

Nel caso di infrazioni di maggior gravità i provvedimenti disciplinari saranno ovviamente più severi: si va dalla sospensione superiore ai dieci giorni fino al licenziamento vero e proprio, con o senza preavviso. Anche in questo caso il dipendente può richiedere la presenza di un membro di un’associazione sindacale che lo assista nel corso del contraddittorio. Oppure può inviare una memoria scritta che funga da contraddittorio. In caso di impossibilità oggettiva ad intervenire di persona per difendersi, il dipendente può chiedere un’istanza di rinvio (che viene sempre concessa).

Cosa fare

Il lavoratore fatto oggetto di una sanzione disciplinare deve immediatamente rivolgersi all’Ufficio Vertenze Sindacali o ad uno studio legale specializzato in diritto del lavoro. La comunicazione della sanzione disciplinare –sia per le infrazioni meno gravi sia per quelle di maggior gravità- può avvenire mediante raccomandata con ricevuta di ritorno, invio alla posta elettronica del dipendente, via fax oppure semplicemente con consegna a mano.

Scopri le tutele per il lavoro agile

Inoltre, va detto che il lavoratore che subisce un provvedimento disciplinare può anche essere trasferito presso un altro ufficio di pubblica amministrazione. La sanzione verrà scontata o conclusa presso la nuova amministrazione. E se il dipendente decide di dimettersi la sanzione seguirà comunque il suo iter se già prevedeva il licenziamento.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018