Excite

Sciopero confermato: oggi 3 ore di protesta

  • LaPresse

Confermato dai sindacati lo sciopero generale, proclamato per oggi 12 dicembre, indetto da Cgil, Cisl e Uil per protestare contro la manovra del Governo Monti.

Niente di fatto, dunque, ieri sera durante l'incontro tra i sindacati e Premier: restano confermati lo sciopero generale di tre ore e i presidi davanti alla Camera per tutta la durata dei lavori delle commissioni sulla manovra. . Il Governo dal canto suo non fa passi indietro e con un ribadisce la situazione di emergenza che rende "intoccabili" i saldi della manovra.

"Ieri sera non e' andata bene nel senso che abbiamo esposto le nostre opinioni e richieste, ma dall'altra parte seppur cortesemente, si è limitati a dire che si comprendono le esigenze ma non si è in grado di giungere a una discussione di modifica" riferisce il leader della Cisl Raffaele Bonanni. "L'incontro con Monti è stato sicuramente molto più deludente di quello ch ci si aspettava. C'è un no ad affrontare il tema dell'indicizzazione delle pensioni, sulla casa e l'Ici. La manovra che si approva è iniqua proprio rispetto a chi paga il conto", ha sottolineato Susanna Camusso, ospite questa mattina della trasmissione Agorà su Rai Tre, ha sottolineato: "Quanto al metodo, se non altro è stato introdotta la trasparenza, poi sul merito il dissenso rimane. Ma almeno ci sono incontri regolari".

Il Governo è comunque all'opera per effettuare qualche leggero ritocco alla manovra. Resta il problema del taglio agli stipendi di deputati e senatori. Nell'articolo 23 della manovra c'è infatti una norma che prevede l'adeguamento dei compensi dei parlamentari italiani a quello dei loro colleghi europei. Le nuove norme salariali riguardano pure tutte le autorità di garanzia.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019