Excite

Sciopero scuola 10 ottobre 2014, studenti e precari Cobas in piazza contro la riforma Renzi

  • Twitter @ilSaronno

I Cobas tornano in piazza contro la “cattiva scuola del nuovo governo, nella giornata scelta per lo sciopero nazionale del comparto istruzione dei sindacati di base.

Renzi annuncia la riforma della scuola in 12 punti programmatici: gelo dei sindacati

Venerdì 10 ottobre insegnanti e personale Ata manifesteranno in decine di città italiane il loro dissenso rispetto ai provvedimenti annunciati dall’esecutivo in carica, astenendosi dal lavoro per chiedere una radicale modifica della riforma Renzi.

Ad annunciare le iniziative in cantiere illustrando le ragioni della protesta è stato il portavoce nazionale dell’organizzazione sindacale “alternativa” rispetto alla triplice confederale, Piero Bernocchi: “Sciopereremo e manifesteremo affinché le promesse fatte ad una parte dei precari divengano realtà, ma anche per impedire che vengano espulse dal mondo del lavoro decine di migliaia di insegnanti con l’ulteriore beffa dell’eliminazione delle supplenze.

Rispetto alle pur nette critiche mosse nei giorni scorsi da Cgil, Cisl e Uil in merito alla riforma della scuola Renzi-Giannini, la posizione dei Cobas è nettamente più radicale, come dimostrano sia gli slogan delle prossime mobilitazioni che i punti programmatici della piattaforma proposta alle controparti istituzionali.

(Autunno caldo nelle scuole: insegnanti sul piede di guerra contro la riforma Renzi)

“Basta coi presidi padroni e con le lotte concorrenziali del personale scolastico per qualche misero spicciolo in più” attaccano in vista della mobilitazione i promotori dello sciopero generale del 10 ottobre 2014 lasciando intendere una ferma volontà di opporsi con forza ai progetti esposti per sommi capi da Matteo Renzi in sede di presentazione alla stampa del Piano sull’istruzione per i prossimi anni.

I raduni dei Cobas si svolgeranno nelle piazze di Trieste, Venezia, Torino, Genova, Firenze, Catania, Palermo, Napoli e di altre città d’Italia dove i lavoratori del settore scuola aderiranno in percentuale più o meno significativa alle iniziative di lotta contro la precarietà e l’aziendalizzazione dell’istruzione pubblica.

A Roma si svolgerà la più importante delle manifestazioni in programma per venerdì 10 ottobre con raduno a Piazza della Repubblica alle 9,30 del mattino e corteo per le vie centrali della Capitale.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017