Excite

Simulatore pensione Inps, ecco come calcolare l'assegno futuro in base ai contributi versati

  • Twitter @Consumatrici

Fortemente voluta dal presidente dell'Inps, l'operazione-verità sulle pensioni future di chi lavora da almeno 5 anni prende corpo interessando una platea di contribuenti che entro la fine del 2015 sarà di 18 milioni tra dipendenti, parasubordinati, artigiani e commercianti.

Nuovo 730, cosa cambia per la dichiarazione dei redditi di dipendenti e pensionati

Si parte dalla pubblicazione dei dati relativi ai possessori di Pin già accreditati per l'accesso all'area riservata del sito web dell'istituto diretto dall'economista Tito Boeri, per poi procedere dal 1 maggio fino a luglio con altre tre tappe rispettivamente riguardanti gli under 40, a coloro che hanno meno di 50 anni e infine il resto dei lavoratori.

Preliminare alla consultazione online delle previsioni personalizzate sull'assegno futuro è la ricezione di una e-mail di conferma inviata dall'Inps all'interessato, con una breve spiegazione dell'iniziativa denominata La mia pensione.

I numeri, come ha precisato l'ente promotore del nuovo simulatore lanciato dai primi mesi del 2015 con buoni risultati in termini di apprezzamento sul campione di utenti oggetto della prima sperimentazione a inizio anno, sono soggetti a variazioni anche consistenti, legate ad eventi della carriera e all'evoluzione sia dei conti pubblici che dell'economia.

(Tito Boeri, il presidente dell'Inps alla prova dei fatti: il servizio di “Otto e Mezzo”)

Lo scenario base, fissato nella crescita del Pil dell'1,5% annuo e nella stessa percentuale di aumento delle retribuzioni medie, ha fatto da punto di riferimento delle elaborazioni curate dai tecnici dell'Inps, mentre su alcuni parametri variabili toccherà allo stesso lavoratore apportare le dovute modifiche inserendo i dati corretti sulla piattaforma in rete.

Un ultimo step, informa l'istituto nazionale di previdenza sociale, consentirà al termine del 2016 a circa 23 milioni e mezzo di persone di conoscere con precisione tramite il simulatore sul web le previsioni dell'importo del futuro assegno pensionistico.

Si tratta, come ha sottolineato in diverse occasioni Tito Boeri, di quel “risparmio forzoso per un consumo differito e non di tasse” per dipendenti, artigiani, parasubordinati e commercianti, che d'ora in poi verrà reso più trasparente dall'amministrazione statale grazie all'ausilio della rete.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017