Excite

Sognate di diventare deejay? Ecco come fare

  • Foto:
  • davidguetta.com - bobsinclair.com

In una loro canzone di qualche anno fa incisa con il celebre Claudio Coccoluto, i Subsonica cantavano 'io sono il mio deejay passo la notte in questa città/ io sono il mio deejay dentro quei solchi c'è l'anima/', rivendicando l'aspetto libero e appassionante della professione di deejay e la sua vita notturna, in città sempre diverse. Un mestiere e un modo di vivere affascinanti, che molti ragazzi sognano di intraprendere. Ma quali sono i passi da fare per arrivare un giorno a mettere musica nelle discoteche e nei club più rinomati?


Mixare o scratchare? Scegli la tua strada
Nell'attività di deejay si distinguono due scuole di pensiero diverse. Ci sono quelli che 'mixano', cioè che fondono tra loro - senza soluzione di continuità - tracce diverse creando un unico tema musicale, e quelli che 'scratchano'. Questi ultimi creano ex novo pezzi inediti accostando e sovrapponendo altri già esistenti ed elaborando il suono con l'ausilio delle proprie mani e di una apposita attrezzatura. Scegliere il proprio stile è dunque il primo fondamentale step per intraprendere la professione.


L'attrezzatura: per imparare solo il necessario
Decisa la propria personalità musicale, bisogna comprare l'attrezzatura. All'inizio è consigliato partire con gli strumenti base: questi pezzi infatti sono piuttosto cari e se strada facendo ci si rendesse conto che la vocazione non è così forte, sarebbe un peccato avere speso cifre esorbitanti. Il kit da start up prevede allora un lettore CD da Dj (il CDJ) o un giradischi su cui far suonare le tracce e un mixer con generatore di effetti (DSP) e campionatore incorporato. Più avanzati - con maggiori funzioni - e ovviamente più costosi sono quelli digitali.


Pazienza ed esercizio: ecco come si diventa deejay
Una volta che si è comprata e montata l'attrezzatura, il passo successivo è esercitarsi. Ogni deejay famoso si è fatto la sua bella gavetta e non si può pensare che bastino gli strumenti a comporre hit di successo. La cosa migliore allora è di dotarsi di una paio di cuffie - per evitare di rendere partecipi i vicini di tutti i vostri progressi - e provare e riprovare. Su YouTube ci sono moltissimi video tutorial che svelano i 'rudimenti' del mestiere e altri più complessi, adatti a chi ha già maggiore dimestichezza con 'i piatti'. E online è anche possibile trovare numerosi corsi per diventare deejay tenuti da chi già lo è. La prima opzione è comunque validissima e, soprattutto, a costo zero.


Le prime performance: alle feste di amici e poi nei club della zona
Quando pensate di avere raggiunto un buon livello di preparazione, vi aspetta la parte forse più difficile di tutto lo start up: farvi conoscere. Iniziate magari allora a proporvi alle feste di amici e conoscenti e poi, mano a mano che acquisite sicurezza, provate a presentarvi nei club e a fare ascoltare una vostra demo. Per pubblicizzarvi potete anche pensare di aprire un vostro sito internet dove caricare le vostre composizioni. Ma attenti che non vi rubino le idee...

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017