Excite

Ue: mercato del lavoro stabile, ma l'occupazione è a rischio

Il mercato europeo si è stabilizzato, ma la disoccupazione resta allarmante. L'economia infatti, non gode di buona salute e visto che la ripresa stenta a risollevarsi, la disoccupazione rischia di rimanere ancora alta nei prossimi mesi. A destare maggior preoccupazione è la disoccupazione giovanile, che, come avverte il rapporto mensile sull'occupazione della Commissione europea pubblicato qualche giorno fa', ha raggiunto picchi record negli ultimi mesi del 2010. La situazione poi, è persino peggiore in Italia, dove al tasso di disoccupazione superiore alla media europea, si aggiunge l'eventualità di ulteriori tagli.

A fare da traino all'economia europea, è stata soprattutto la Germania, che è fra i nove paesi degli stati membri dove si è registrata una ripresa, ma come sottolinea Bruxelles, le condizioni resteranno in generale deboli ancora per qualche tempo, con un tasso di disoccupazione potenzialmente persistente fermo al 9,6% da febbraio 2010. Come accennavamo prima, l'allarme arriva soprattutto dal fronte dell'occupazione giovanile, che fatica a decollare, con record di 21% di disoccupati dall'inizio della crisi economica e finanziaria che ha colpito l'Europa.

E in Italia? La situazione, com'era prevedibile, è addirittura più grave, con un tasso di disoccupazione giovanile che si aggira intorno al 28,9%, superando anche la media europea. Inoltre, Bruxelles avverte che: 'in Italia, dato che nel 2009 la contrazione del Pil è stata molto superiore rispetto alla diminuzione dell'occupazione, e che ci vuole qualche tempo perché gli effetti della crisi si facciano sentire sul mercato del lavoro, si prevedono ulteriori perdite di posti di lavoro. Tuttavia, sempre secondo il rapporto mensile sull'occupazione stilato dalla Commissione europea, la fiducia nel mercato del lavoro resta alta, soprattutto nel settore dei servizi.

(foto © Freedigitalphotos.net)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017