Excite

Stage per assistenti sociali: opportunità in Italia e all'estero

Benché il percorso per diventare assistente sociale preveda la frequenza obbligatoria di un tirocinio teorico-pratico durante gli anni dell'università e il superamento di un esame di stato, per svolgere la professione è necessario maturare esperienza sul campo e per riuscirci uno dei modi più diffusi resta lo stage. Per gli assistenti sociali in fieri, dunque, la trafila prevede la ricerca di un ente o di una struttura disponibili ad accoglierli per un percorso di formazione, che nella maggior parte dei casi è svolto a titolo 'volontario'.

Stage per assistenti sociali: come fare

Anche se ha valenza soprattutto formativa, piuttosto che rappresentare una porta d'accesso a un impiego (discorso che vale in particolare modo per il settore pubblico), lo stage per gli assistenti sociali resta comunque un importante momento di crescita professionale, in quanto permette di misurarsi sul campo con questioni affrontate per lo più a livello teorico e di accumulare esperienza spendibile successivamente.

Chi è interessato a svolgere un'attività formativa di tal genere, allora, per prima cosa deve sapere che è necessario muoversi autonomamente e che lo stage avviene in forma di volontariato, quindi senza alcun tipo di rimborsi. Messo in conto questo aspetto, il passo successivo consiste nell'individuare una serie di realtà pubbliche e private interessanti a livello didattico e disposte ad accogliere una persona per un percorso professionalizzante. Gli ambiti di operatività prevedono: enti di ricerca e formazione, enti di integrazione socio-sanitaria, enti di risocializzazione, enti locali.

Scelto il 'dove' bisogna quindi verificare se la struttura in questione possiede una convenzione con l'università. In caso positivo, una volta ottenuto l'ok dalla realtà ospitante è possibile stipulare uno stage attraverso l'apposito servizio fornito dal job placement dell'ateneo di riferimento, mentre in caso contrario la procedura è un po' più complessa.

Per fare un'esperienza formativa presso una struttura non convenzionata con l'università, infatti, per prima cosa è necessario iscriversi a un'associazione di volontariato o fare richiesta all'Ordine per ottenere la copertura assicurativa obbligatoria per svolgere l'attività, quindi bisogna recarsi con detta documentazione presso l'ufficio dell'ente competente per gli stage/tirocini con l'ateneo e fare domanda di assegnazione alla struttura di interesse. L'approvazione è immediata e 'regolarizza' a tutti gli effetti l'esperienza, che tuttavia - di solito - non permette di maturare crediti formativi.

Stage per servizi sociali e alla persona negli USA

Per chi è interessato a svolgere un'esperienza a livello internazionale, l'Associazione no profit BOAT Bridge Over Atlantic propone stage per assistenti sociali nel Massachusetts (USA). Per prendere parte al progetto è necessario avere compiuto 21 anni, possedere una laurea triennale in Scienze dell’Educazione, Servizi Sociali o Psicologia, avere maturato esperienza nel settore e parlare fluentemente l'inglese.

L'organizzazione garantisce retribuzione mensile (circa 1.000 dollari), sponsorship per il visto, assicurazione sanitaria generale, alloggio in condivisione e assistenza in loco, mentre richiede di farsi carico delle spese per il visto in Italia, per le tasse governative, la patente di guida e un mezzo di trasporto. Le partenze hanno luogo due volte l'anno - a maggio e a novembre - e per partecipare è necessario fare domanda con sei mesi di anticipo sulla data prescelta.

Per maggiori informazioni si consiglia di visitare il sito bridgeoveratlantic.net.

lavoro.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017